fbpx

Milano tornerà come prima? Riportiamo di seguito L’articolo del GIORNO Che Cita Anche La Nostra Associazione:

“Mi auguro che Milano ritorni attiva come prima e che possiamo tornare a goderci all’aria aperta i tanti spazi verdi in cui noi bambini giochiamo. Nel frattempo, ci stiamo allenando nella ‘gara dei baci’ a distanza in cui sono sicura di essere bravissima”

Giorgia La Gamma ha 8 anni, è una bambina di Milano e ha deciso di scrivere una letterina ‘per poter dare un messaggio positivo e di speranza a chi vorrà leggere’, guardando la città in piena emergenza da Coronavirus con i suoi occhi.

La sua maestra Maria Amantea, che insegna nella 3C della scuola elementare ‘Martiri di Gorla’, in via Cesalpino, spiega che la piccola, ‘divoratrice di libri’ , ha chiesto al papà il nome del Sindaco Giuseppe Sala, si è fatta dire chi fossero ‘ gli altri signori’ che ha visto in tv e ha scritto senza errori i nomi e le qualifiche del Presidente della Regione Attilio Fontana, del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e del Presidente del Consiglio Giuseppe Conye, ai quali si rivolge per ringraziarli ed esprimere i suoi desideri di ragazzina che si è trovata costretta a centellinare le uscite, come i suoi amichetti. A casa legge, riflette, fa domande e scrive.

La lettera nasce da un invito della maestra Amantea, che segue a distanza i suoi alunni grazie alla collaborazione dei genitori e alla tecnologia, la quale ha pensato di creare un giornalino per raccontare ‘il vissuto di questi giorni’ sviluppando i progetti di ‘Scuola di comunicazione creativa’ e ‘Educare all’apprendimento sociale’ insieme all’Associazione Milano Positiva.

Ognuno ha dato il suo contributo: Giorgia ha scritto una lettera, i suoi compagni hanno creato storie e disegni, mamme e papà hanno composto poesie. C’è pure il ‘Tg News’ tra le pagine virtuali, per spiegare cos’è il virus e come comportarsi, realizzato insieme all’insegnante Maria Antonietta Verardi.

‘Anche se non possiamo stare vicini – riflette un piccolo alunno -, l’amore possiamo dimostrarlo parlando. ‘Un lato positivo è che (il virus, ndr) ha diminuito l’inquinamento’

Nel loro giornalino, i bambini ripetono i moniti sentiti dai grandi. L’insegnante evidenzia che ‘questa è didattica di utilità sociale e interattiva, i bambini devono poter evadere, non solo fare i compiti. Condividere i loro pensieri rafforza la loro serenità’. Giorgia ha scelto di concludere la sua letterina incollando una foto (scattata da Lorenzo De Simone) e una frase ‘che mi ha letto mio papà: ‘Nulla impedirà al sole di di sorgere ancora, neanche la notte più buia'”

Milano Positiva si fa promotrice di tre progetti territoriali ideati e coordinati dalla Dott.ssa Maria Amantea in qualità di Criminologa.

Civica educazione per futuri cittadini attivi

Scuola di comunicazione creativa.

Educare all’apprendimento sociale.


In questo momento molti docenti si stanno dando da fare assegnando compiti su piattaforme, il che è lodevole, ma la didattica non è assegnare compiti o vedersi su Skype – riflette Maria Amantea – , è importante l’interattività e il far diventare protagonista dell’apprendimento l’alunno che costruisce sulla base di ciò che ama.

Ti Consigliamo: Le Buone Notizie

Leggi anche: https://www.orizzontescuola.it/didattica-a-distanza-deve-valere-il-principio-della-lentezza-cosa-e-come-valutare-quali-errori-evitare/