fbpx
Marcos Cappato è un ragazzo coraggioso. Affetto da tetraparesi spastica già da piccolo, nato in Brasile e venuto a vivere in Italia, oggi ha due fratelli, un maschietto, Felipe, e una femminuccia, Valentina, appena nata. Marcos veleggia per i vent’anni e in tutta questa parte della vita si è reso protagonista di diversi ‘eventi’. Ha scritto libri di poesie, ha scritto il copione di un film interpretato da Amanda Sandrelli. È stato nominato alfiere della Repubblica dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella chi gli ha consegnato l’onorificenza direttamente al Quirinale, per le sue battaglie sulla questione dei disabili.

È salito alla ribalta delle cronache quando Milano gli ha negato il pulmino per andare a scuola; si è schierato dalla parte di chi come lui vivendo il problema della disabilità ha chiesto di poter avere delle metropolitane che abbiano degli scivoli e non solo dei montascale per prendere la metro. Adesso, la notizia è del 9 Novembre scorso, Marcos ha aperto un suo canale televisivo su Youtube: si chiama Marquigno Kappa TV, in cui non solo ha deciso di prendere di petto la questione delle barriere architettoniche a Milano, ma ha anche deciso di aprire uno shopping on line, per raccogliere un po’ di fondi a favore di chi vive le sue stesse condizioni.

Questo giovane ragazzo milanese, sta dando uno straordinario esempio di come la vita sia una cosa meravigliosa. E di come di fronte alle difficoltà, alla paura, all’infinito futuro, ai limiti fisici di un’esistenza in cui gli altri diventano fondamentali anche per la tua sicurezza fisica, si possa non demordere e continuare a perseguire i propri ideali, le proprie convinzioni, i propri sogni. Nel video che trovate qui, Marcos si rivolge direttamente a chi contribuisce con la propria disattenzione e con il proprio menefreghismo a creare barriere ulteriori a chi deve circolare con la carrozzella. Marcos ha intenzione di sbarcare presto in politica. C’è da immaginare presto qualche sua iniziativa capace di portare un po’ di colore dove si nasconde spesso il grigiore dell’indifferenza. State certi di una cosa: sentirete ancora parlare di lui.